Mare o piscina: come prevenire l’otite?

D’estate, la stagione per eccellenza per i bagni in mare o in piscina, il contatto ripetuto delle orecchie con l’acqua può esporre maggiormente al rischio di infezioni e otiti. La corretta pulizia è quindi indispensabile per prevenire sia le infezioni che la comparsa dei tappi di cerume i quali, trattenendo i batteri al loro interno, possono essere causa a loro volta di infezioni.

Le orecchie però sono organi fragili che richiedono una pulizia delicata ed efficace, soprattutto in coloro che hanno già un deficit uditivo, come sordità o ipoacusia. 

Non basta quindi pulire le orecchie: è necessario evitare di lesionare o irritare la cute dell’orecchio eseguendo una pulizia in maniera troppo aggressiva che determini un traumatismo, non eseguire lavaggi in modo autonomo per non spingere il cerume in profondità

Il servizio “Infermiere in Farmacia” per l’igiene e la cura dell’orecchio include:

  • lavaggi auricolari
  • rimozione dei tappi di cerume con trattamento emolliente 

“Infermiere in Farmacia” è un servizio effettuato da personale infermieristico esperto, nello specifico in lavaggi auricolari di bambini, adulti e anziani. E’ attivo presso le farmacie convenzionate e anche a domicilio. 

Per informazioni o per prenotazione del servizio telefonare al 320 2134504 o 02 37904148.

>> Vuoi conoscere gli altri servizi di “Infermiere in Farmacia”? Clicca qui 

Otite e bagni in mare o piscina: perchè si chiama anche “otite del nuotatore”?

È un’infiammazione del canale uditivo esterno e talvolta della superficie esterna della membrana timpanica causata principalmente dai bagni in mare e in piscina. Frequente nei nuotatori, o in chi passa lungo tempo in acqua salata o dolce ma clorata, l’otite del nuotatore è spesso batterica, più raramente virale o fungina. La temperatura dell’acqua della piscina e del mare, in estate, è più alta e ospita una carica batterica più elevata; se la cute delle orecchie non è integra, a causa di dermatiti o piccole lesioni derivanti da errori di pulizia, i batteri possono colonizzare più facilmente le mucose e il rischio di infezioni aumenta.

Otite: quali sono i sintomi?

I sintomi sono principalmente una sensazione di ovattamento e di ridotta percezione dei rumori, dolore anche intenso, prurito, eventuale arrossamento e calore dell’orecchio. In genere, dopo qualche giorno, chi ne soffre può avvertire anche una sensazione di vertigine.

In estate, come prevenire le infezioni auricolari? 

Dopo i bagni:

  • favorire l’uscita di acqua dalle orecchie, inclinando la testa da un lato e poi dall’altro
  •  sciacquare con cura il padiglione, rimuovendo salsedine, sabbia o cloro
  •  asciugare le orecchie con un asciugamano pulito
  • lavarsi le orecchie con shampoo o saponi aggressivi
  • usare cotton fioc perchè aumenta il rischio di spingere all’interno dell’orecchio i tappi di cerume, oltre alla possibilità di lesioni del timpano
  • usare rimedi improvvisati

In generale, è consigliabile evitare di:  

Per informazioni, per prenotazioni o per conoscere gli altri servizi di “Infermiere in Farmacia” clicca qui o contattaci ai numeri di telefono 320 2134504 o 02 37904148.

 Sei una farmacia e vuoi richiedere il servizio INFERMIERE in FARMACIA? 

Contattaci: tel. 320 2134504 o 02 37904148.

*credit photo: Pixabay